martedì 10 luglio 2012

LUI




che tra il prosciutto e la crema di whisky sceglieva la crema di whisky!
che non sapeva saltare e allora mettevo lui sull'armadio e la pappa per terra...e mo, fammi vedere!
che silenzioso come un ninja fregava la sogliola (messa a scongelare sul davanzale, ma dico io...) per la pappa del nipotino della vicina!
che ha squartato un mio ex fidanzato saltando dall'ultima mensola ed appendendosi a quattro zampe alla sua schiena. mi è sembrato di intuire che non approvasse la nostra unione (e detto tra noi aveva ragione!)
che se i piccioni si attaccavano alla persiana mi chiamava per mandarli via (sempre stato dinamico il culone e soprattutto dotato di grande istinto predatorio "allora, li cacci sti rompimaroni?!?")
che per poco non mi fa morire di infarto. Credevo fosse sangue quello sparso in giro per il pavimento, poi ho seguito le tracce e portavano dritte dritte al pentolino del ragù...vuoto!
che non mi potevo alzare da tavola senza presidiare il piatto. un attimo di distrazione e ci si ficcava dentro muso e zampe a fare scarpetta grrrrrrrrrr
che se gli davo da mangiare qualcosa che non gradiva con grande stizza si girava di spalle e, culo alla ciotola, faceva finta di sotterrarla. come dire "sta merda te la mangi tu!"

che ha più nomi di dio:
torakiki!
michu-pichu, perché a tratti non è proprio sveglio sveglio, è un po' un picio!
ciccia-nitza, perché è sempre stato un gran trippone!
adesso pesa si e no 3kg, se non fosse per il pelo folto sarebbe un niente.
non mangia più.niente.fa sempre le scenate alla mario merola perché vuole mangiare ma poi, davanti alla ciotola, lecca qualcosina e se ne va sconfitto.
non lecca nemmeno più il mio piatto.
cazzo, c'era la ricotta...un tempo avrebbe sacrificato volentieri un mio dito pur di sbafarsela in due leccate!

ha tutto e niente pora stella, ha sedici anni, è tutto.
e non c'è cura per il tempo che passa, nemmeno per i mici rossi grassi e ciula.
sono io quella che non se ne fa una ragione.

mo, tipo, che con quaranta gradi mi dorme sui piedi...
in un altro momento gli avrei dato una bella pedata.
e lui sarebbe tornato all'attacco.
ed io gli avrei dato un'altra pedata.
e saremmo andati avanti così fino allo sfinimento.

e invece grondo in silenzio e resto immobile
perché tanto lo so che tra un po' si alza e si va a mettere dietro la poltrona.

ecco. si è sdraiato sul letto. meglio.

(mai scritto tanto in vita mia, ma sedici anni sono sedici anni. pardon!)


17 commenti:

  1. preparati, non immagini come sarà triste.... ma il tempo passa per tutti, anche per i mici rossi e grassi.... c'est la vie!

    RispondiElimina
  2. Mookie ne aveva 15 lo scorso anno e mi manca terribilmente e non si è davvero pronti mai, 15 anni di amore ed un unico inevitabile tremendo dolore

    RispondiElimina
  3. La gatta che avevo prima delle bestie attuali se ne andata a 20 anni. Capisco perfettamente il tuo stato d'animo, ma 16 anni è un bel traguardo e dobbbiamo essere felici che hanno vissuto bene e a lungo.

    RispondiElimina
  4. @sandra
    io ci provo a prepararmi ma, come dire, oppongo resistenza.

    @amanda
    già. tutti trippa e amore
    ed anche un bel po' di sana bastardaggine mica ce la possiamo dimenticare quella eh!

    @pyperita
    è stata la convivenza più lunga e felice della mia vita :-)

    e stasera lezioni di flebo. così gliele faccio a casa e si stressa meno. eccallà.

    RispondiElimina
  5. carino ad aver assalito il tuo ex. una valida guardia del corpo, direi! :-)

    RispondiElimina
  6. @Ale una certezza la mia belva;-)

    RispondiElimina
  7. Per la cronaca:
    una flebo al giorno e magari non ti passa la paura ma almeno l'appetito torna:-)
    ormai non mi ferma più nessuno: torno a casa, per me aperitivo per lui flebina e andiamo avanti da pascià.
    pascià...diciamo che ci godiamo questa nuova primavera.

    RispondiElimina
  8. l'ho fatta troppo semplice:-((((
    alla flebo reagisce esattamente come farebbe un diavolo della tasmania!!!

    RispondiElimina
  9. mi pareva troooooppo remissivo l'animale..... da come lo descrivi deve avere un bel caratterino!

    RispondiElimina
  10. @sandra
    infatti, mi sono fatta prendere dall'entusiasmo...
    sperem in ben!

    RispondiElimina
  11. resisti tesoro, resisti ma non fare l'accanimento terapeutico, fallo per lui....
    se hai voglia di leggere ...
    http://sonoiosandra.blogspot.it/2011/10/alcione-se-ne-andato.html
    e
    http://sonoiosandra.blogspot.it/2011/09/abbiamo-dovuto-lasciarla-andare.html
    "se vuoi un amico prenditi un cane"
    M. Douglass - Wall Steet...

    RispondiElimina
  12. Ma è identico a Raspy!!! redcats

    RispondiElimina
  13. Awwww, tesoro il tuo gattone! Mi ricorda un po' il mio vecchio gatto, così mangione che andava sul tetto a rubare le briciole di pane che lasciavo per gli uccellini ^^'
    Goditi questi momenti con lui perchè, come immagini, ti mancherà molto quando non ci sarà più...

    RispondiElimina
  14. Bello questo micione meravilgioso e simpaticissimo, e bellissimo il modo in cui ce l'hai persentato...si capisce tutto il bene che gli vuoi e la sofferenza che provi a vederlo soffrire...
    spero che possa stare ancora a lungo insieme a te , ma senza soffire....ti abbracio , te e lui, gattone rosso!

    RispondiElimina
  15. ciampina ... c'avevo la lacrima incipiente. che c'ho la cane cardiopatica e dicono che mnon vivrà a lungo. e uguale uguale intifica me la tengo a sudare addosso mentre mi fa gli scaldini col naso e russa. mammamia che cuore che ti strappano sti qui. senza una parola. solo cogli occhi e ci han stracciate.

    RispondiElimina
  16. ma la cana che correva nella neve?
    mi dispiace tanto.
    che brutta cosa non poter far niente.
    solo stargli vicina, anche quando vicina è praticamente addosso.

    RispondiElimina