martedì 28 maggio 2013

SENZA TIRARE IN BALLO AMLETO

essere o non essere non è un problema...ho già scritto!
pubblicare o non pubblicare, questo è il dilemma.

quelle parole le guardo da lontano,
le ho scritte per farle fuori.
fatto!

un foglio in mano,
cancellature come orbite vuote.
fisso, domando e dondolo

19 commenti:

  1. posta tra un dondolio e l'altro: è catartico

    RispondiElimina
  2. Non vedo il video, ma tu pubblica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accipicchia, il video era bello...senza fiato!

      Elimina
  3. Consegnarle alla massa a volte aiuta. Le spoglia della loro importanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi darò in pasto le mie parole!
      Intanto vi ringrazio;-)

      Elimina
  4. Io leggo.
    In bilico, ma leggo (:

    RispondiElimina
  5. se ancora non le hai postate è perché non sono ancora le parole che cercavi.
    però forse sono quelle che cerca qualcun altro.
    fai così: le scrivi su un muro, le fotografi e posti la foto.
    cazzata. lo so. pace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mica tanto cazzata...
      sai che cosa mi hai fatto pensare? (domanda retorica, lo so. aspé, mo te lo dico)

      non sono tanto le parole che ho scritto quanto quelle che potrebbero arrivare di rimbalzo.

      ancora un giorno...o la posta o la spacca!

      Elimina
    2. hai deciso di fare outing?
      hai deciso di fare scouting?
      hai deciso di fare rafting?
      finger snapping?
      snorkeling?
      bird watching?
      lips sticking?
      posting or spanking!

      Elimina
  6. già fatto? fantastica, la cincia :-)

    RispondiElimina
  7. ciku18:09

    mannaggia oh, mi si smosciano i pop corn se non ti sbrighi! ormai son curiosa...

    RispondiElimina
  8. per non farsi leggere pare sia sufficiente non pubblicare, si narra..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E per capire non basta leggere.

      Elimina
  9. Cristiano17:31

    Ma cosa è importante leggere? Non riesco più a capirlo. Sono tante le cose significative che ci sfuggono davanti agli occhi e siamo ingolfati intorno ad assurdi peripli intorno agli ombelichi. Come fare per discernere, per sceverare ed arrivare al busillis? Il naufragare non mi è dolce in questo pelago.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domandone da centomilioni di dollari con ingresso a gamba tesa...ragazzo mio, se avessi la risposta molto probabilmente non sarei qui.
      Secondo me lo sguardo non va puntato fuori ma dentro.
      Il punto non è l'offerta ma la domanda. La nostra domanda.
      Ognuno ruota intorno al proprio di ombelico,gli (eventuali) ombelichi degli altri non sono che scuse per stare in giostra ancora un po'.
      E poi non credo che si possa definire la categoria "importante" una volta per tutte.
      La parola giusta che arriva al momento giusto,
      una luce che si accende,
      una finestra che si apre lì dove non avevo mai neanche volto lo sguardo...e magari si vede anche il mare.
      Tutto questo può essere importante. Importante per me, in quel momento lì.
      ma anche una sonora risata e punto. ché male non fa.

      Elimina
    2. Cristiano17:00

      Sarà una risata che ci seppellirà :-)

      Elimina