lunedì 10 febbraio 2014

PER PIACERE NON SPARATE SUL PIANISTA E DUE

non perdete di mira la donna del cantante
e sappiate che questo post ha un mandante "RED"
per qualsiasi cosa prendetevela con lui!

Ciodetto, andiamo avanti!
C'era un tavolo moooolto basso,
ed un divanetto moooolto basso pure lui.
Ed erano in tre su quel divanetto da due:
La mamma ed il papà del bassista (almeno, secondo i miei studi di fisiognomica e secondo la mia assoluta quanto proverbiale incapacità di guardare le persone senza farmi un film ed anche una bella manciatina di cazzi loro,la sciura era ugualeugualeuguale al bassista!) ed in mezzo LEI, la donna del cantante.

La signora meravigliosa nel suo essere signora!
Imponente, di pelliccia (sintetica, brava signora!) munita, capelli bianchi splendenti, truccata il giusto, splendida la collana (se l'avessi indossata io probabilmente non sarei riuscita neanche ad alzarmi dalla sedia ma sorvoliamo).
Il  signore composto, discreto.
Lei...sciapina pora stellina, quel che va detto va detto.
(e invece isso, il cantante, è figo, nettamente figo!
 l'ho già detto che quel che va detto va detto?ok. L'ho detto.)
Lei...si è dimenata tutta sera, ha saltellato e e si è sgolata, sul divanetto da due diviso per tre con la signora di classe e imponente che ad ogni sussulto vedeva la madonna (secondo me!)
A ripensarci bene facevano un po' effetto bimbo in mezzo nel lettone che sfrantega i santissimi.

Tesoro mio non puoi esaltarti così, e neanche saltarti così e basta!;
tesoro mio non ce li hai più quindici anni;
tesoro mio LUI sta cantando le canzoni di Jannacci
...ops...perché tu lo sai che non le ha scritte lui vero?

La cosa più bella della serata? lo sguardo tra l'attonito e l'allibito della signora che guardava LUI (IL cantante) poi guardava LEI (l'adorante sobbalzante urlante sventolante asciugante)
poi si metteva la mano in fronte e scuoteva sconsolata il capo in tutta la sua bianca fulgenza.

Ah, poi seduta sul un puff, c'era anche la donna del tastierista.
Per quanto fosse vestita un po' come Marta Marzotto ai tempi d'oro a Cortina mi è passata nettamente in secondo piano, peccato. (e poi carina...ha sbadigliato che nemmeno un ippopotamo)


E si che loro sono bravi! Non è che mi sono lasciata prendere dagli eventi in cerca di qualcosa che mi distraesse dallo strazio. NO NO, SONO PROPRIO BRAVI!



12 commenti:

  1. io mi candido per dirigere il plotone

    RispondiElimina
  2. Secondo me la signora si domandava, guardando lei e lui, per quale mistero divino i due stessero insieme. Probabilmente anche lei era molto presa dalla musica :D

    RispondiElimina
  3. La signora, probabilmente, spingerà il figlio a lasciare Lei. Sia mai che uno che canta Jannacci finisca con una sciapa. Non va bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e però non bisogna sottovalutare la questione
      ... le sciape son sempre le più pericolose
      ciao grande CirInciampai : )

      Elimina
    2. Effettivamente la questione è spinosetta...

      È sempre un grande piacere averti qui :-*

      Elimina
  4. sivabbèperòalmenoscrivilogiusto.
    ma che gusto folle ci provo a essere causa di un tuo post?
    tirarsela proprio.

    RispondiElimina
  5. Manco col copiaincolla c'azzecco!!!
    E comunque sei già a quota due...fai i tuoi conti.

    RispondiElimina
  6. centruntubo, però a me "marta marzotto ai tempi cortina" mi apre subito questo link: http://www.youtube.com/watch?v=WvzXyOcIp7Q
    :D
    dai, jannacci va sempre bene!
    ciao cincia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Met...da bravo "milaneseedintorni" la neve è a Curmaaaaa!
      Jannacci è Jannacci!sempre:-)

      Elimina