Visualizzazione post con etichetta danza. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta danza. Mostra tutti i post

domenica 28 settembre 2014

IO AMO QUESTA DONNA


Lo spettacolo era iniziato da poco, in modo imprevisto, a luci ancora accese, mentre ancora si stavano abbassando le tapparelle. 
Mi piace il ronzio elettrico di quelle tapparelle. Me ne stupisco ogni volta che vado a teatro "presto". Ed ogni volta sono contenta di questo annuncio fuori dalle righe eppure, ormai, familiare.
Non l'ho vista, lo giuro. Ho solo sentito che qualcuno c'era, alla mia destra.
Emma. Come materializzata, appoggiata allo stipite della porta.
Si, materializzata. Perché lei è densa; picché essa "s'o futt'o chiummu!"

E da lì è discesa per poi salire sulla scena come sulla montagna.
Tre gradini che separano l'oggi dall'eterno, il quotidiano dall'extraquotidiano, il dentro e il fuori, il reale dal sogno ad occhi aperti.


No, non è per misantropia né superbia, è proprio che io certi viaggi, a teatro, certi incontri, voglio farli da sola. Mi sento più libera, di perdermi,  di ritrovarmi, di emozionarmi. 
Se ho invitato qualcuno mi sento in dovere di esserci, almeno un po', almeno ogni tanto e invece non mi va.
Almeno non sempre e comunque non in questo caso.
E se mi invitano è peggio, mi sento in dovere di esserci, almeno un po', almeno ogni tanto e invece non mi va.
Ed è per questo che gli ho detto una bugia.
Nessuno, Lui,  ne ha dette a bizzeffe: ha lastricato la sua vita di "astuzie" e per queste è passato alla storia mo proprio a me non volete concedere nemmeno il beneficio della legittima difesa?

Come glielo spieghi che da quando entri in quella sala non sei più la stessa?
Come glielo spieghi che avresti voluto alzarti per toccare il profilo di Polifemo che, fermo sulla scena, sembra proprio scolpito nel basalto?
Come glielo spieghi che ti commuovi fino alle lacrime davanti a Penelope ed alla sua tela, ma che più di tutto ti commuove lo stesso farsi della tela?

Finito tutto, ma tutto, finiti gli applausi, tutti!, vado via con calma, quasi dondolando, mantenendomi a distanza di sicurezza dalla gente.
Avrei potuto chiedere a Odisseo se, per caso, gli era avanzata un po' della cera che si era fatta colare nelle orecchie per non sentire il canto delle sirene.
Io, quando esco dal teatro, non amo sentire parlare.

"allora? ti è piaciuto?"
la stessa stupida volgarità di chi lo chiede dopo aver scopato!


domenica 3 giugno 2012

NON CI SONO PIU' I PRINCIPI AZZURRI DI UNA VOLTA

"Te ne sei andata via troppo presto, prima di fare un ballo con me!"

Che poi io ero coi mezzi, la metro è rimasta metro e non è diventata cocozza,
le scarpe ce le ho ancora tutte e due...direi che è andata bene così.


martedì 10 aprile 2012

PRESA IN CONTROMANO FAREBBE MENO MALE

Sabato Pasquetta: gita fuori porta, grigliata, molto vino, molta musica, molti balli.
Domenica Pasqua (per non stravolgere proprio tutto, che ancora non è chiaro ai più la storia della prima domenica dopo la luna piena etc etc): pranzone sul tardi -non prima delle 13.30/14.00 ché prima bisogna dormire- digestione in famiglia.
Lunedì Venerdì Santo: digiuno e astinenza! dieta leggera, depurativa, relax quasi contrito, recupero delle energie.
E dico io che Martedì in ufficio ci si arriverebbe in condizioni migliori!!!

Benedetto, almeno pensaci...
e tieni presente che comunque io c'ho quasi 39!

giovedì 21 luglio 2011

LA DONNA E I MOBILI

Nel cassetto dei miei sogni so che c'è,
l'ho aperto piano piano,
quel tanto quanto basta,
una fessura a misura dei miei occhi grandi.

Ci ho ritrovato proprio quello che ci avevo messo.

L'armadio invece è spalancato,
gli scheletri bene in vista.
Ne abbraccio uno,
lo vesto con gli abiti più belli e coi gioielli più preziosi
e lo porto a ballare.

lunedì 4 luglio 2011

TANTE CAREZZE ED UN PUGNO

uno solo, ma ben assestato alla bocca dello stomaco:
La consapevolezza del  tempo che passa
e non si può sprecare a vivere le vite di altri.

Panta Rei diceva, prima di me e meglio di me.

E mentre tutto scorre io non mi posso permettere restare ferma
devo andare,
e devo andare verso ciò che mi rende felice.
Non verso ciò che probabilmente potrebbe rendermi serena domani;
no no, verso quello che mi fa felice adesso, qui ed ora!!!

E' stata una settimana meravigliosa:
intensa, emozionante, a tratti devastante, interessante, rilassante,
elettrizzante, illuminante.
Adesso devo riposare,
vado a nanna!




sabato 19 marzo 2011

A TUTTI COLORO CHE ABITANO NELLA MIA VIA

e che stasera, nel bel mezzo dell'armageddon,
mi hanno vista rientrare a casa saltellando
e cantando " I'm singing in the rain"
senza ombrello e con una busta di libri in testa, a riparare il riparabile...praticamente niente,

Volevo dire:
non sono impazzita
è solo che mi scappava tantissimo la pipì!!!!

http://www.youtube.com/watch?v=p7QL46cK7B8

lunedì 7 marzo 2011

SI SI; CREDO PROPRIO CHE FARO' COSI'!!!!


Oggi è arrivato in ufficio il nuovo areamanagerresponsabilesupremoeuropaamministratoredelcondominio
il mio capo giustamente è entrato nel mio ufficio ed ha fatto le presentazioni:


"lui é  il nuovo areamanagerresponsabilesupremoeuropaamministratoredelcondominio,
lei è LACINCIA...e domani ti parlerà della Francia, lei parla Francese"





Come prima cosa ho visto rosso


come seconda cosa ho respirato
come terza ho sorriso
come quarta ho aspettato che uscissero ed ho scritto un'email di fuoco.

Detto questo mi sto preparando per domani
Allora...la Francia:
estensione
popolazione
capitale
confini
mari fiumi montagne
economia




Credo che domani mi presenterò in ufficio con una gonna provenzale,
tra le braccia un cesto di vimini ricolmo di lavanda,
tra i capelli un mazzetto di erbe profumate,
sulla spalla destra, con tono fintamente négligé, Le Drapeau..bleu, blanc et rouge!
Entrerò in sala riunioni cantando "ALLONS ENFANTS DE LA PATRIIIIIIIIIIE"
...o forse " OH LADY LADY LADY  OSCAR TUTTI FANNO FESTA QUANDO PASSI TUUUUUUU"

E comincerò a parlare della Francia:
usi e costumi,
tradizioni,
e la musica, la musica Manouche che ormai amo alla follia!

E lo inviterò a danzare:
La Cincia ed  il nuovo areamanagerresponsabilesupremoeuropaamministratoredelcondominio,
in piedi sul tavolo ovale della sala riunioni

un due tre, un due tre, un due...un due tre, un due tre, un due...
un due tre, un due tre, un due...un due tre, un due tre, un due...


domenica 6 marzo 2011

COME INNAMORARSI


un  due tre, un due tre, un due...

sono rimasta folgorata dai valzer impari,
impari come la vita,
impari come mi sento io

un  due tre, un due tre, un due...

e perde un tempo,
e manca un battito,
come il cuore quando ci si innamora

un  due tre, un due tre, ohhhh
ed è un tuffo al cuore



come quando ci si innamora

http://www.myspace.com/balogadjo/music/songs/valse-toi-meme-10361391