lunedì 4 luglio 2011

TANTE CAREZZE ED UN PUGNO

uno solo, ma ben assestato alla bocca dello stomaco:
La consapevolezza del  tempo che passa
e non si può sprecare a vivere le vite di altri.

Panta Rei diceva, prima di me e meglio di me.

E mentre tutto scorre io non mi posso permettere restare ferma
devo andare,
e devo andare verso ciò che mi rende felice.
Non verso ciò che probabilmente potrebbe rendermi serena domani;
no no, verso quello che mi fa felice adesso, qui ed ora!!!

E' stata una settimana meravigliosa:
intensa, emozionante, a tratti devastante, interessante, rilassante,
elettrizzante, illuminante.
Adesso devo riposare,
vado a nanna!




5 commenti:

  1. ti sei innamorata.

    RispondiElimina
  2. E così sia, per Giove!

    RispondiElimina
  3. @ehvvivi
    ...si...di me!

    @chitarrista
     e sia così!

    RispondiElimina
  4. oh madi!
    è quello che penso anch'io ;-)

    RispondiElimina